Antiossidanti e correttori di acidità (E300-E399)

Additivi in polvere che impediscono i processi di irrancidimento, ossidazione e correggono l’acidità

Antiossidanti e correttori di acidità (E300-E399)

Reire commercializza additivi alimentari in polvere appartenenti alla classe degli antiossidanti. Gli antiossidanti sono sostanze aggiunte ai prodotti alimentari per impedire i processi di irrancidimento e ossidazione.

Antiossidanti e correttori di acidità per il settore Alimentare:

Antiossidanti e correttori di acidità per il settore carni:

Antiossidanti e correttori di acidità per il settore salutistico:

Antiossidanti e correttori di acidità per il settore catering:

Antiossidanti e correttori di acidità per il settore dolciario:

TIPOLOGIE

  • L’acido ascorbico comunemente indicato con nome di vitamina C. Non può essere usato come integratore vitaminico quando etichettato E300. Aggiunto ai cibi, funge da antiossidante e acidificante.
  • L’ascorbato di sodio è il sale sodico dell’acido ascorbico, esso è presente in molti frutti ed in molte verdure. Previene la formazione di chiazze brunastre sulla frutta, nonché la formazione delle nitrosammine nella carne.
  • Eritorbato di Sodio è solubile in acqua e in alcool, insolubile nei grassi, nell’olio, nell’etere e nel cloroformio. Antiossidante, correttore d’acidità. Può sostituire l’ascorbato di sodio, dove consentito, ma, avendo un peso molecolare superiore, per avere il medesimo risultato bisogna aumentare la dose di un 20%.
  • Lecitina è un emulsionante e stabilizzante di miscugli di acqua olio/grasso; agente anti schizzo nella produzione di margarine e agente solubilizzante per mix e altri prodotti in polvere. Usato anche per ammorbidire il cioccolato. Nell’ambito dei prodotti da forno consente di mimare le funzioni emulsionanti esplicate dall’uovo intero e relative componenti.
  • L’acido citrico ha un’ottima solubilità in acqua, la solubilità aumenta con l’aumentare della temperatura. Acidificante per bevande, caramelle, marmellate, gelati ed altri alimenti. Antiossidante, acidificante, correttore d’acidità, sequestrante.
  • Il citrato trisodico è un sale sodico dell’acido citrico. È principalmente usato come regolatore dell’acidità e chelante di ioni metallici. Come tale può rallentare i fenomeni di ossidazione ed aumentare la compattezza dei gel in prodotti quali marmellate e diminuisce la formazione di aree brunastre causata da enzimi nella frutta o prodotti a base di frutta.
  • Il cremore di tartaro è il sale di potassio dell’acido tartarico che si riscontra naturalmente nell’uva, ritrovabile anche come sottoprodotto naturale durante i processi di vinificazione. In ambito alimentare è utilizzato come correttore di acidità in una gamma molto ampia di prodotti: marmellate, gelatine, bevande
    gassate e analcoliche, caramelle ed altri prodotti di confetteria nei quali aiuta a ridurre i fenomeni di cristallizzazione mantenendo il prodotto più morbido e meno fragile più a lungo. Può essere utilizzato inoltre come componente di lieviti chimici molto apprezzati in ambito dolciario e per la realizzazione di prodotti da forno in genere, nei quali contribuisce ad un rapido sviluppo di gas. In pasticceria può essere aggiunto all’albume per ottenere un prodotto montato privo di grumi. Funge inoltre da stabilizzante, antiagglomerante ed esaltatore dei sapori nonché da stabilizzante del colore in prodotti a base di vegetali.
  • Il fosfato monopotassico è impiegato nell’industria alimentare per molteplici applicazioni. Le principali ne vedono l’uso in qualità di componente di sali di fusione nella produzione di sottilette e altri tipi di formaggi fusi, agente tamponante e/o integratore di minerali in bevande (ad esempio bevande vegetali a base soia), drink isotonici e relativi blend in polvere; nei prodotti a base carne consente di aumentare la capacità di ritenzione idrica e ridurre la perdita di liquidi in cottura aumentando in tal modo la resa finale di processo.